Carabiniere ucciso, pubblicate le telefonate: ecco il motivo che scatenò il killer

Carabiniere ucciso, pubblicate le telefonate: ecco il motivo che scatenò il killer

Agosto 3, 2019 0 di fiorbatt

Gabriel Hjorth Natale sapeva che all’appuntamento per lo scambio tra lo zaino sottratto a Sergio Brugiatelli, in cambio di soldi e droga, potevano presentarsi con altre persone. Lui che parla italiano e aveva tenuto i contatti con l’uomo in bicicletta conosciuto a piazza Mastai, a Trastevere, a Roma, nella telefonata per concordare l’appuntamento delle 2,30 glielo dice chiaro e tondo: «Vieni da solo, non portarti dietro nessuno».

loading...

La conversazione in vivavoce alla quale fa riferimento Brugiatelli a verbale, è stata registrata da Mario Cerciello Rega (che morirà per i colpi di lama inferti da Finnegan Lee Elder) e dal collega Andrea Varriale, ed è ora agli atti dell’inchiesta del pm Chiara Gallo. Un particolare che, per i pm esclude che Natale sia estraneo all’omicidio, ma anche il fatto che, dopo la fuga a Trastevere con l’intervento dei militari, i ragazzi potessero temere che Brugiatelli fosse accompagnato da agenti.

loading...
loading...
loading...
Condividi :