Nadia Toffa, la nonna non ha retto il dolore: si è spenta pochi giorni dopo la morte della nipote

Nadia Toffa, la nonna non ha retto il dolore: si è spenta pochi giorni dopo la morte della nipote

Agosto 22, 2019 0 di fiorbatt

Un nuovo lutto purtroppo colpisce la famiglia di Nadia Toffa, dopo la scomparsa della conduttrice de Le Iene lo scorso 13 agosto. A mancare è stata la nonna, Maria Cocchi, deceduta all’età di 97 anni. L’anziana signora era la cittadina più vecchia del paesino nel bresciano dove risiedeva, Cerveno, dove era conosciuta anche per la famosa nipote.

 

Nadia Toffa, scomparsa la nonna Maria – A rivelare la scomparsa della nonna della conduttrice è il sito Montagne e Paesi, che annuncia i funerali che si sono svolti oggi. Maria Cocchi viene descritta come “decana del paese”, generosa e apprezzata da tutti:

loading...

nata nel 1922 a Braone, si trasferì a Cerveno dopo il matrimonio, durante il quale ha avuto 3 figli e 5 nipoti, tra questi proprio Nadia Toffa. Un lutto a pochi giorni dai funerali della conduttrice, scomparsa a 40 anni a causa di un cancro.

È passata una settimana dalla morte della giornalista eppure ancora non si spengono le reazioni dei fan. Molto amata, Nadia Toffa è stata omaggiata da moltissimi colleghi, amici e ammiratori, anche se non sono mancate critiche verso personaggi che a dire di alcuni non avrebbero espresso in maniera “sufficiente” il proprio cordoglio.

Sulla graticola è finita ad esempio Ilary Blasi, contestata per la mancata presenza al funerale, e Joe Bastianich, amico di lunga data della iena. La mancanza di privacy che caratterizza le figure pubbliche al tempo dei social ha toccato nuove vette.

Il celebre manager culinario e conduttore di Master Chef è stato criticato per non aver postato messaggi di cordoglio, continuando ad usare i social come di consueto. Come si dice, alcune persone non sono mai contente e allora per ragioni opposte è stata attaccata Barbara D’Urso, accusata di aver detto anche troppo senza poi presenziare al funerale.

loading...
loading...
Condividi :