Roma, carabiniere ucciso a coltellate. Fermati due cittadini americani di 19 anni: erano in un hotel

Roma, carabiniere ucciso a coltellate. Fermati due cittadini americani di 19 anni: erano in un hotel

Luglio 26, 2019 0 di fiorbatt

Otto coltellate, di cui una al cuore. Non c’è stato nulla da fare per il giovane vice brigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso nella notte nel centro di Roma mentre era in servizio.

Trasportato in condizioni disperate in ospedale, il 35enne di Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, è morto poco dopo. Nel pomeriggio, dopo una serrata caccia all’uomo, i carabinieri hanno fermato due studenti statunitensi di 19 anni in un hotel nei pressi di via Pietro Cossa, la strada nel quartiere Prati dove è stato ucciso il vice brigadiere.

loading...

 

 

 

I filmati delle telecamere di sorveglianza nell’area di Piazza Mastai e dell’hotel in Prati (entrate e uscite) l’esame e l’incrocio dei tabulati telefonici dei telefoni personali e del telefono asportato al derubato nelle ore seguite al delitto.

Ed anche alcune testimonianze oltre alle prime, parziali, analisi scientifiche sui reperti rinvenuti nella stanza da letto: sono questi, a quanto apprende l’Adnkronos da fonti investigative, gli elementi che hanno consentito di imprimere una svolta forse decisiva all’indagine sull’omicidio di Mario Rega Cerciello, il vicebrigadiere dei carabinieri ucciso la notte scorsa a Roma.

 

E che hanno convinto i magistrati a procedere con il fermo di entrambi.

Ma le indagini vanno avanti e nel mirino degli investigatori ci sarebbero altre persone. E gli accertamenti proseguono per chiarire anche le modalità e le finalità del furto della borsa sottratta a un cittadino a Trastevere, Furto che ha innescato l’operazione in cui è morto il carabiniere.

Il militare insieme a un collega stava bloccando infatti due uomini sospettati di essere gli autori di un «cavallo di ritorno», ovvero la richiesta di denaro – in questo caso cento euro – per restituire alla vittima del furto il bottino. L’uomo che aveva subito il furto aveva denunciato tutto ai carabinieri e, quando ha ricevuto al telefonata dei ladri che gli promettevano la restituzione della borsa in cambio di soldi, al suo posto sono andati i militari Mario Cerciello Rega e Andrea Varriale.

Il video dei sospettati mentre camminavano nei pressi dell’hotel 

loading...
loading...
Condividi :