Giovanni Battista morto di crepacuore a 106 anni: “Non posso più vedere la mia famiglia”


Nonno Giovanni Battista Calvi si è spento a pochi mesi dal suo 107esimo compleanno che avrebbe festeggiato come sempre con la sua famiglia. Il centenario, lucidissimo e informato, non riusciva a credere di non poter riabbracciare i suoi parenti e si è lasciato morire di crepacuore, per la lontananza forzata dalla sua famiglia.


loading…


Aveva superato guerra e fame ma non riusciva a sopportare l’idea di non poter più vedere la sua amata famiglia perché rinchiuso nella casa di riposo che da tranquillo ritiro degli ultimi giorni era diventata quasi una cella per colpa delle norme anticontagio, così il suo cuore non ha retto e lui si è spento per sempre a 106 anni.

loading…

A raccontare la storia di Giovanni Battista Calvi, astigiano medaglia d’onore come ex deportato, è il quotidiano La Stampa, rivelando le ultime settimane di calvario emotivo del pensionato. Il centenario, lucidissimo e informato, non riusciva a credere di non poter riabbracciare i suoi parenti e si è lasciato morire di crepacuore, per la lontananza forzata dalla sua famiglia.

Nonostante le continue rassicurazioni degli addetti della casa di riposo, pare che si fosse convinto che i suoi erano tutti morti in questa emergenza sanitaria covid-19 e che nessuno aveva il coraggio di dirglielo. “Voi siete come me, quando mi hanno mandato in guerra con un fucile arrugginito. Mi giravo e vedevo tanti morti, come adesso per televisione. Ditemi la verità , anche i miei sono morti tutti. Non mangio più perché voglio andare con loro” avrebbe ferito ad operatori  e direttrice della struttura. Una tragedia nella tragedia quella di Giovanni Battista che,dopo aver trascorso in guerra 10 anni di vita, di cui 2 da internato, ed essere tornato a casa a piedi da Berlino, è morto per la lontananza forzata da nipoti e pronipoti. Neppure le  videochiamate pare lo avessero convinto, le riteneva  una diavoleria moderna preparata ad arte per tranquillizzarlo. Nonno Giovanni Battista si è spento a pochi mesi dal suo 107esimo compleanno che avrebbe festeggiato come sempre con la sua famiglia

continua su: https://www.fanpage.it/attualita/giovanni-battista-morto-di-crepacuore-a-106-anni-non-posso-piu-vedere-la-mia-famiglia/
Fonte https://www.fanpage.it/