Brian Dennehy è morto, fu lo sceriffo del film Rambo

Brian Dennehy è morto, era stato lo sceriffo del film Rambo. L’attore statunitense, protagonista nel 1977 del clamoroso debutto sul grande schermo con il film di Richard Brooks «In cerca di Mr. Goodbar» e consacrato con il successo interpretando lo sceriffo Will Teasle nel film «Rambo» (1982) che insegue ostinatamente il veterano del Vietnam John Rambo (Sylvester Stallone), è morto la scorsa notte nella sua casa nel Connecticut all’età di 81 anni.

L’annuncio della scomparsa, come riferisce «The Hollydood Reporter», è stato dato dalla figlia Elizabeth, precisando che è deceduto «per cause naturali, non legate a Covid». È stato sposato dal 1959 al 1974 con Judith Scheff da cui ha avuto tre figlie: Elizabeth e Kathleen, entrambi attrici, e Deidre. Nel 1988 si è risposato con Jennifer Arnott; i due coniugi hanno adottato due bambini, Cormack e Sarah. Dopo una lunga gavetta teatrale, esordì ormai trentenne in televisione, interpretando uomini duri, cattivi, di potere o corrotti. Ha recitato in telefilm come «Kojak», con Telly Savalas e F. Murray Abraham, «Serpico», «Mash» e «Lou Grant».

Dopo l’esordio cinematografico con «In cerca di Mr. Goodbar», con Diane Keaton, Richard Gere, William Atherton, Tom Berenger e Tuesday Weld, Dennehy si divide tra piccolo e grande schermo. Passa da fiction come «Terrore a Lakewood» (1977) o serial come «Dallas» (1978) a film come «Gioco sleale» (1978) con Goldie Hawn, «F.I.S.T.» (1978) con Rod Steiger e Sylvester Stallone. Recita poi nei film «La corsa di Jericho» (1979) e «Bagliori di guerra» (1980) e nella serie tv Dynasty (1981). Dopo il successo nel ruolo dello sceriffo Will Teasle nella pellicola «Rambo» (1982) interpreta l’alieno nel film di fantascienza «Cocoon – L’energia dell’Universo» (1985) e nel suo sequel Cocoon – Il ritorno« (1988).

La sua filmografia comprende titoli come: «Silverado» (1985) con Kevin Kline e Kevin Costner, «Due volte nella vita» (1985) con Gene Hackman, «F/X» (1986) e il suo seguito «F/X2 – Replay di un omicidio» (1991), «Tutta colpa delle poste!» (1986) e «Pericolosamente insieme» (1986) con Robert Redford e Terence Stamp. Sono tuttavia pochi i ruoli da protagonista nella carriera di Brian Dennehy: «Il ventre dell’architetto» (1987) di Peter Greenaway, «Best Seller» (1987), «Gli irriducibili» (1988) con John Malkovich, «L’orologiaio» (1989), «Punto d’impatto» (1990).