Home Lifestyle CBD Milano: la capitale della cannabis light

CBD Milano: la capitale della cannabis light

by Danilo

Da ormai circa 5 anni, vasetti e bustine di fiori di cannabis light ed affini sono comparsi negli scaffali dei negozi specializzati nel CBD Milano ed in molti tabacchi e gli economisti descrivono il fenomeno come corsa all’oro verde, soprattutto nelle grandi città come, appunto, Roma e Milano.

Il boom del CBD Milano

I fiori di canapa sono venduti con l’etichetta riportante la dicitura “cannabis light” perché il loro livello di composto psicoattivo, la parte che fa sballare le persone per intendersi, è una piccola frazione di quello che si trova tipicamente nella marijuana.

Ma c’è un problema, i fiori di canapa light non devono essere né fumati né mangiati. I semi, se ce ne sono, non devono essere coltivati. Come specificano severamente le etichette dei vasetti, i prodotti sono solo per “uso tecnico” e “non per consumo umano” e vengono, quindi, venduti, come innumerevoli commessi spiegheranno con un sorriso ammiccante, come “oggetti da collezione”.

Leggi anche:
NCC.IT: l'app che rivoluziona il noleggio con conducente

Situazione legale

La cannabis mania italiana, come è stata chiamata, è esplosa dopo l’entrata in vigore di una legge del dicembre 2016 che regola la produzione di canapa, una serie di norme volte a far rivivere un raccolto che un tempo era ampiamente coltivato nel paese. Negli anni ’40, si diceva che l’Italia fosse il secondo produttore mondiale di cannabis industriale, dopo l’Unione Sovietica. La legge è stata creata per gli agricoltori che coltivano canapa industriale, che ha usi commerciali come cibo, tessuti, vestiti, biocarburanti, materiali da costruzione e mangimi per animali, ma ha livelli minimi di THC, il tetraidrocannabinolo, la parte psicoattiva della marijuana.

LEGGI ANCHE:
Leggi anche:
NCC.IT: l'app che rivoluziona il noleggio con conducente

Negli ultimi tre anni, le aziende che confezionano cannabis light sono sbocciate, decine di negozi che vendono prodotti a base di cannabis sono stati aperti, i marchi in franchising sono decollati e molti agricoltori hanno convertito i campi per produrre una delle innumerevoli varietà di canapa industriale certificate dall’Unione Europea.

Le associazioni di agricoltori vedono la produzione di canapa su larga scala come una soluzione alla crisi agricola italiana.

Abolizione del proibizionismo

Nel ventesimo secolo, marijuana e cannabis sono state associate alla parola droga, spazzando via di fatto generazioni di tradizione, fonti di reddito e fondamentalmente un polmone verde (in tutti i sensi) dell’economia italiana. Ma con l’avvento della cannabis light, la cannabis CBD è arrivato anche vento di cambiamento e speranza che questo non accada più. Grazie al livello di tetraidrocannabinolo o THC, il composto che altera le persone, inferiore allo 0,2% l’agricoltura ed anche l’ambiente, sia l’aria che il terreno, ne hanno risentito in positivo.

Leggi anche:
NCC.IT: l'app che rivoluziona il noleggio con conducente

Effetti benefici

Il sito web di Just Hemp specifica che i prodotti non devono essere fumati o ingeriti e che non sono medicinali. Ma, chiaramente, gli acquirenti tutti sanno perfettamente che la cannabis light ha proprietà che potrebbero essere efficaci in vari casi.

La comunità scientifica è ancora fuori dalle proprietà mediche della cannabis light. La marijuana medica, d’altra parte, è sempre più popolare in Italia da quando è stata approvata nel 2006, e la domanda ora sminuisce notevolmente l’offerta anche per via del servizio delivery che rende accessibile a tutti, nell’immediato la cannabis light per utilizzarla a scopo medico.

Migliaia di italiani usano la cannabis terapeutica per lenire i sintomi di problemi come nausea post-chemioterapia, spasmi muscolari causati da sclerosi multipla, epilessia, anoressia e ansia, anche se molti medici esitano a proporre il trattamento per preoccupazione di potenziali responsabilità legali continuando ad imbottire di potenti e velenosi farmaci i pazienti affetti da gravi patologie

Leggi anche:
NCC.IT: l'app che rivoluziona il noleggio con conducente

Conclusioni

La cannabis light ha conquistato l’intera nazione togliendo potere alle mafie grazie al libero commercio, proprio per questo il CBD occupa gran parte dei cuori dei consumatori appassionati e si distingue anche per via dell’alta qualità che le varie farm sono riuscite ad ottenere in così poco tempo come profumo e sapore.

 

TI POTREBBE INTERESSARE: