<
lunedì, Marzo 8, 2021

Accoltellata e appesa a un albero: era incinta di otto mesi


Scomparsa la scorsa settimana è stata ritrovata cadavere appesa a un albero alla periferia di Johannesburg, in Sudafrica. La vittima, Tshegofatso Pule, 28 anni, era incinta di otto mesi. Quanto alle indagini per catturare il responsabile, secondo  il portavoce della polizia, Capt Kay Makhubele, sarebbe stata aperta un’inchiesta per omicidio.

Scomparsa la scorsa settimana è stata ritrovata cadavere appesa a un albero alla periferia di Johannesburg, in Sudafrica. La vittima, Tshegofatso Pule, 28 anni, era incinta di otto mesi. Il delitto della giovane mamma ha sconvolto il Sudafrica, dove purtroppo simili tragedie sono all’ordine del giorno. Secondo le statistiche sulla criminalità pubblicate lo scorso anno, 2.930 donne sono state uccise nel periodo di 12 mesi che va dal 2017 al 2018, con un ritmo di un femminicidio ogni tre ore.

A destare orrore e sgomento, come riferiscono i media locali che citano la polizia è stato anche il fatto che la vittima fosse all’ottavo mese di gravidanza, praticamente a poche settimane dal parto. Questo ha reso il femminicidio di Tshegofatso il fatto più tristemente popolare ai notiziari locali scatenando anche una mobilitazione web con l’hashtag #JusticeForTshego, diventato di tendenza su Twitter. Quanto alle indagini per catturare il responsabile, secondo  il portavoce della polizia, Capt Kay Makhubele, sarebbe stata aperta un’inchiesta per omicidio.

Ci sono alti livelli di violenza contro le donne in Sudafrica e lo scorso anno il presidente Cyril Ramaphosa ha dichiarato che il Paese è “uno dei luoghi più pericolosi al mondo in cui essere una donna”.

continua su: https://www.fanpage.it/esteri/sudafrica-accoltellata-e-appesa-a-un-albero-era-incinta-di-otto-mesi/
https://www.fanpage.it/

Articoli correlati

Stai connesso

1,954FansLike

Ultimi articoli