FotografiaLifestyle

Quanto costa sviluppare un rullino? Ecco come e dove farlo

Molti sono gli appassionati di fotografia che preferiscono utilizzare ancora le vecchie pellicole. Queste prevedono loro interno un rullino. Ma quanto costa sviluppare un rullino? E dove farlo? Scopriamolo insieme

Il costo per sviluppare un rullino e dove comprarne uno

Quanto costa un rullino fotografico? Per un rullino da 36 pose di pellicola negativo in bianco e nero è necessario spendere un costo che va dai 7 ai €15. Se si parla invece di un rullino a colori, il costo è leggermente più basso, mentre se si possiede un rullino di pellicola diapositiva è possibile spendere da 15 A €25. Oggi esiste un negozio di tedesco, Macodirect, in cui è possibile acquistare dei rullini a prezzi contenuti. Non mancano poi la presenza di rullini anche sulle principali piattaforme di vendita on-line tra cui Amazon e eBay.

La durata di un rullino fotografico

Quanto dura un rullino fotografico? Una pellicola a colori riesce ad offrire delle garanzie di stabilità ha per un periodo che va da 25 a 50 anni. Se questa viene conservata ad una temperatura costante e in un luogo in cui non vi sono  25 gradi con umidità che va tra il 30 e il 50%.

In che modo scegliere la pellicola

Se si va a scattare una foto con una macchina compatta è importante valutare le condizioni della luce e la scelta della pellicola. Le pellicole più vecchie possiedono una maggiore e saturazione quanti colori risultano essere più carichi e brillanti. Oggi come oggi è possibile imbattersi anche in un’occasione e acquistare una macchina fotografica reflex funzionante per un prezzo inferiore a €100. A questo va aggiunto poi soltanto il costo della pellicola e quello dello sviluppo.

Altre curiosità sulla macchina fotografica analogica

Per scattare delle foto con una fotocamera analogica è necessario mettere a fuoco manualmente in quanto è assente la ghiera per la messa a fuoco. Solo quando questa azione è completata è possibile scattare la foto.

Utilizzando la macchina fotografica analogica l’immagine è legata indissolubilmente a quello che è il supporto fotochimico su cui questa viene impressionata.

Tre sono i tipi di pellicole che possono essere acquistati: pellicole negative a colori, pellicole diapositive e le pellicole in bianco e nero.

Una pellicola fotografica è realizzata con un supporto di base molto comune insieme ad un sottile nastro di materiale naturale differente. Questo non è altro che poliestere sopra il quale è presente uno strato di antialone necessario per tenere lontani i riflessi interni.

I rullini possono essere stampati anche dopo 30 o 40 anni dal loro utilizzo senza nessun tipo di problema. E’ molto importante è che questi vengono conservati nel modo giusto altrimenti la loro durata è di massimo 5 anni.

Una pellicola scaduta può essere utilizzata quindi in piena luce. Questa non deve essere utilizzata 5 anni oltre la data di scadenza presente su di essa.

Articoli Correlati

Ultime notizie:

    No feed items found.

Pulsante per tornare all'inizio