<
lunedì, Marzo 8, 2021

Uragano Laura (USA) e Covid, non tutti scappano

L‘Uragano Laura con le sue onde da 6 metri e la forza di categoria 4 sta distruggendo i territori della Louisiana e del Texas. La tempesta è arrivata giovedì mattina e ha provocato già molti danni.

Dopo l’allarme lanciato dai meteorologi della National Hurricane Center, i militari hanno diramato l’ordine di evacuazione a mezzo milione di persone. Il Coronavirus rende ancor più difficile la situazione per l’impossibilità di intervenire senza creare assembramenti. Per questo motivo, i danni economici e sociali causati dall’Uragano Laura saranno più gravi e longevi rispetto a quelli causati da Katrina.


LEGGI ANCHE:

OROSCOPO DELL’AMORE DI SETTEMBRE


L’AUTOPSIA DI GIOELE È UN ENIGMA: SEMBREREBBE CHE LA DISTANZA È…


Da mercoledì, si osserva il percorso di questa tempesta di categoria 4 che giovedì mattina ha distrutto le terre della Louisiana e del Texas. Sembra che non tutti abbiano rispettato l’ordine di evacuazione, gli esperti avvertono l’arrivo di nuove onde pericolose con raffiche di vento a 240 chilometri orari.

L’Uragano Laura è di forza 4 e si indebolirà progressivamente a forza 3. Le immagini dal satellite mostrano una grossa circonferenza di nubi e tempesta nel sud degli Stati Uniti. I video diventati virali invece delle immagini molto simili al disastro provocato da Katrina: alberi sradicati e case mosse dalle correnti forti. Le macchine potrebbero essere sommerse da ondate di acqua e fango, oppure spostate, alcuni video sono girati proprio da guidatori ancora in circolazione.

Uragano Laura, altri sviluppi della tempesta: territori che colpirà

GOES satellite image taken on Aug. 26, 2020 showing Hurricane Laura.

Dopo aver distrutto Port Arthur in Texas, l’Uragano Laura ha raggiunto Cameron di Louisiana. Con una potenza sostenuta di 150 mph, le correnti si stanno dirigendo nell’Arkansas, verso nord. Fino a venerdì sera il ciclone continuerà a camminare indebolendosi anche ad est, sono in allerta i territori del Kentucky e del Tennesee.

Il National Weather Service ha fotografato il percorso dell’occhio del ciclone nell’area del fiume Calcasieu, lo spostamento è continuo nell’entroterra sudoccidentale della Louisiana. Da mercoledì a venerdì ecco gli sviluppi del nuovo ciclone.

1) Danni previsti e ordine di evacuazione dal Sea Rim State Park ( Texas) alla Intracoastal City (Louisiana).
2) Il Nationa Hurrican Center ha avvisato che i tornado erano possibili nel sud est della Louisiana e nell’estremo sud ovest del Mississipi.
3) E’ stata chiusa l’Interstate 10 direzione est confine tra Texas e Louisiana, in direzione ovest del bacino di Atchafalaya.
4) E’ stata preparata per i soccorsi la Cajun Navy Relief&Rescue, una sorta di protezione civile composta da barche di proprietà privata che intervengono per recuperare e assistere le vittime delle inondazioni.

Uragano Laura e raffinerie del petrolio: il rischio di un danno ambientale ed economico senza precedenti

L’Uragano Laura può colpire l’industria di raffinazione del petrolio degli Stati Uniti. Il ciclone infatti ha corso vicino le piattaforme di produzione nel Golfo del Messico per poi spostarsi verso l’Hub di raffinazione lungo la costa del Texas e della Louisiana.

Più di 600 mila persone sono scappate dai due stati e hanno affollato autostrade e alberghi. Infatti, le famiglie non vogliono correre il rischio di finire sotto la tempesta oppure in rifugi sovraffollati e al rischio di contagio covid. Gli Hotel non possono offrire stanze agli sfollati avvisati insieme ai residenti del rischio di circolazione durante la notte.

Articoli correlati

Stai connesso

1,954FansLike

Ultimi articoli