venerdì, Dicembre 4, 2020

Abbassano le serrande estetisti e parrucchieri, ma non in tutta Italia: cosa cambia col nuovo Dpcm

Nuove restrizioni in arrivo per estetisti, barbieri e parrucchieri. Probabilmente anche queste categorie di lavoratori verranno colpiti dal Dpcm in arrivo oggi, reso necessario dal peggioramento della situazione del Paese, messo in ginocchio dal numero dei contagi. Ecco quindi cosa cambia rispetto al Dpcm del 24 ottobre.

Vuoi ricevere GRATIS l'oroscopo giornaliero sul tuo telefono? iscriviti al nostro canale telegram cliccando qui ->
ISCRIVITI

La situazione in cui versa il Paese ha costretto Giuseppe Conte ad annunciare nuove misure, maggiormente restrittive, da adottare al più presto per contenere i contagi ed evitare il collasso delle strutture sanitarie. Il premier ha illustrato ieri i nuovi provvedimenti alla Camera e al Senato; l’intenzione è quella di procedere oggi con la firma ufficiale del decreto, che metterà nuovamente a dura prova gli italiani. Gli interventi saranno diversificati e mirati nei vari territori a seconda della gravità della situazione. Si tenterà il tutto per tutto, insomma, per evitare un lockdown a livello nazionale. La stretta di questo nuovo Dpcm riguarderà gli spostamenti tra regioni, la capienza dei mezzi pubblici, la didattica a distanza, ma coinvolgerà anche diverse attività commerciali. Probabilmente dovranno nuovamente abbassare le serrande le attività per i servizi di cura della persona: stop dunque per estetisti, parrucchieri e barbieri che erano tornati a svolgere il loro lavoro il 18 maggio.

Leggi anche:  Coronavirus: Oggi quasi 1000 morti è record da inizio pandemia. Situazione critica.
Leggi anche:  Ecco cosa ha detto Conte. Confermato divieto spostamenti in comuni diversi per festività. Milioni di famiglie separate a Natale

I lockdown locali fanno fermare di nuovo estetisti e parrucchieri
Il Dpcm del 24 ottobre ha avuto vita breve. L’aggravarsi della situazione nazionale ha reso necessario prendere immediati provvedimenti, maggiormente restrittivi. In quel decreto era già stata sospesa l’attività di palestre, piscine, centri benessere, centri termali. Non era stata intaccata, invece, l’area dei servizi alla persona: «Sono consentite a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi; resta fermo lo svolgimento delle attività inerenti ai servizi alla persona già consentite sulla base del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 aprile 2020». Proprio le attività che erogano servizi alla persona, invece, potrebbero essere toccate da vicino dalle nuove misure, che puntano su lockdown locali per evitare un secondo lockdown generalizzato sull’intero territorio nazionale. L’Italia verrà dunque suddivisa in tre aree, ciascuna delle quali avrà più o meno limitazioni a seconda della criticità della situazione.

Leggi anche:  Natale, approvato il Dpcm: Stop agli spostamenti per Natale. Non si potranno andare a trovare familiari lontani

Cosa cambia col nuovo Dpcm
Toccherà anche a estetisti, barbieri e parrucchieri la stessa sorte già toccata ai lavoratori dello spettacolo, ai ristoratori e alle altre categorie chiamate in causa in precedenza. La firma e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo Dpcm dovrebbe arrivare oggi con entrata in vigore a partire dal 4 novembre. Le nuove misure costringeranno gli italiani a nuovi sacrifici, in nome della tutela e della salvaguardia della salute nazionale, ma si opererà in modo localizzato, con misure mirate a seconda delle condizioni di gravità. Dove la situazione contagi è ormai sfuggita di mano pare che estetisti, barbieri e parrucchieri dovranno fermarsi. Questa condizione riguarda le aree del Paese dove l’indice di trasmissibilità Rt è superiore alla soglia dell’1,5. Potranno, invece, continuare il loro lavoro e portare avanti l’attività coloro che si trovano in aree del Paese relativamente più tranquille, o comunque con una situazione ancora sotto controllo. Resta comunque in piedi l’ipotesi coprifuoco che costringerebbe in ogni caso a una chiusura dell’attività anticipata.

Leggi anche:  A Natale non si potranno visitare parenti in altri comuni. Niente spostamenti anche il 26 Dicembre e 1 Gennaio.
Leggi anche:  Coronavirus: Oggi quasi 1000 morti è record da inizio pandemia. Situazione critica.

continua su: https://donna.fanpage.it/abbassano-le-serrande-estetisti-e-parrucchieri-ma-non-in-tutta-italia-cosa-cambia-col-nuovo-dpcm/
https://donna.fanpage.it/

Articoli correlati

Ecco cosa ha detto Conte. Confermato divieto spostamenti in comuni diversi per festività. Milioni di famiglie separate a Natale

Dal 7 gennaio didattica in presenza "Dal 7 gennaio ripartirà la didattica in presenza, nelle aree rosse e arancioni dalle 5 alle 22 bar e ristoranti potranno...

A Natale non si potranno visitare parenti in altri comuni. Niente spostamenti anche il 26 Dicembre e 1 Gennaio.

TUTTE LE LIMITAZIONI Le giornate "calde": 25 e 26 dicembre, 1 gennaio Nessun spostamento in comuni diversi dalla propria residenza come esigenze lavorative o situazioni di...
Leggi anche:  A Natale non si potranno visitare parenti in altri comuni. Niente spostamenti anche il 26 Dicembre e 1 Gennaio.

Coronavirus: Oggi quasi 1000 morti è record da inizio pandemia. Situazione critica.

Sono mostruosi i numeri di oggi. 993 decessi nelle ultime 24h. Sono 23.225 i nuovi positivi nelle ultime 24h. 226.729 i tamponi effettuati. C'è...

Stai connesso

926FansLike

Ultimi articoli

Ecco cosa ha detto Conte. Confermato divieto spostamenti in comuni diversi per festività. Milioni di famiglie separate a Natale

Dal 7 gennaio didattica in presenza "Dal 7 gennaio ripartirà la didattica in presenza, nelle aree rosse e arancioni dalle 5 alle 22 bar e ristoranti potranno...

A Natale non si potranno visitare parenti in altri comuni. Niente spostamenti anche il 26 Dicembre e 1 Gennaio.

TUTTE LE LIMITAZIONI Le giornate "calde": 25 e 26 dicembre, 1 gennaio Nessun spostamento in comuni diversi dalla propria residenza come esigenze lavorative o situazioni di...

Coronavirus: Oggi quasi 1000 morti è record da inizio pandemia. Situazione critica.

Sono mostruosi i numeri di oggi. 993 decessi nelle ultime 24h. Sono 23.225 i nuovi positivi nelle ultime 24h. 226.729 i tamponi effettuati. C'è...

Segno fortunato di Venerdì 4 Dicembre (consiglio del giorno e numeri fortunati )

IL SEGNO FORTUNATO DI OGGI E': Siamo alla consueta rubrica per leggere il segno fortunato di Venerdì 4 Dicembre. Scopriamo quale segno verrà baciato dalla...

Classifica dei segni per venerdì 4 Dicembre 2020

Ariete Secondo l’oroscopo di venerdì avrai energia quanto basta per affrontare la giornata. Con il passare delle ore, però, potresti imbatterti in una persona piuttosto...
Hey! Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime notizie?