martedì, Novembre 24, 2020

Coronavirus, Galli: “Se i contagi non calano bisognerà chiudere tutto, lockdown totale”

“Se nelle prossime due settimane non ci sarà una reale diminuzione dei nuovi casi, nuove chiusure saranno inevitabili”. Questo ha affermato il professor Galli, direttore di Malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano.

Vuoi ricevere GRATIS l'oroscopo giornaliero sul tuo telefono? iscriviti al nostro canale telegram cliccando qui ->
ISCRIVITI

“Se nelle prossime settimane non ci sarà una reale diminuzione dei nuovi casi, nuove chiusure saranno inevitabili”. Queste sarebbero le proiezioni che il professore delinea in un’intervista al Messaggero. “Ciò che succederà nei prossimi 15 giorni, in termini di ricoveri e sofferenza degli ospedali, è inevitabile. I segnali di flessione dei contagi ci sono, flebili. Ma gli effetti su una minore pressione sugli ospedali li vedremo, eventualmente, più avanti”, prosegue. “E purtroppo siamo ancora a 30mila positivi al giorno, se non c’è un’effettiva riduzione, arriveranno giorni ancora più difficili la gestione degli ospedali”.

Leggi anche:  Caos Natale. Il governo rilancia: si a spostamenti tra comuni diversi per andare da parenti, ma...

In terapia intensiva siamo a 91 posti letto in più occupati al giorno, in area medica 700. Di questo passo tra due settimane gli ospedali saranno allo stremo.

Andremo in grave sofferenza negli ospedali, dunque?
«Direi che la sofferenza è già in atto. Il potenziamento dei letti dedicati al Covid ha sottratto risorse ad altre attività. Lo stesso vale per il personale. E il rallentamento dei ricoveri lo vedremo solo quando ci sarà una riduzione delle infezioni. Quello che stiamo temendo nei prossimi 15 giorni, invece, è già in cammino. Da questo punto di vista, non ci possiamo fare nulla, non è arrestabile, i ricoveri che avremmo sono effetto di contagi già avvenuti».
Cosa si aspetta?
«Gli ospedali avranno un prolungamento dello stress test. Sa cosa servirebbero? La disponibilità di luoghi per il ricovero delle persone che non necessitano di un letto in un reparto per acuti o per i pazienti che potrebbero essere pre dimessi. Bisogna prepararsi subito».

Leggi anche:  Coronavirus in Italia: Nelle ultime 24h quasi 900 morti. Situazione fuori controllo
Leggi anche:  Coronavirus in Italia: Nelle ultime 24h quasi 900 morti. Situazione fuori controllo

Secondo il professo Galli, “nella misura in cui sono falliti tutti i provvedimenti necessari per il contenimento, era inevitabile una seconda ondata così forte. Ricordo il 14 settembre. Era il giorno della riapertura delle scuole. Pensai tra me e me incrociando tutte le dita: non ci sono garanzie per i trasporti, le persone che si ammassano per la movida, riaprono le scuole e ci saranno le elezioni. Mi sono detto: la probabilità di non avere una seconda ondata pesantissima, è remota. Mi sarei dato degli schiaffi allo specchio mentre mi facevo la barba. Mi dissi: ma perché ci siamo ricacciati in questo guaio?” La speranza di tutti è che nelle prossime due settimane si vedano i risultati sperati: “Dovremo intensificare l’inseguimento con ulteriori soluzioni per i ricoveri, per i Covid hotel. E dovremo prendere atto alla necessità di altre chiusure…” dice il virologo.

Leggi anche:  DIRETTA CONTE- COSA HA DETTO - divieto spostamenti, lockdown, Natale, cene ..
Leggi anche:  DIRETTA CONTE- COSA HA DETTO - divieto spostamenti, lockdown, Natale, cene ..

Articoli correlati

Coronavirus in Italia: Nelle ultime 24h quasi 900 morti. Situazione fuori controllo

Coronavirus in Italia, il bollettino di martedì 24 novembre del Ministero della Salute.  I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Italia sono 23.232 con 188.659 tamponi (ieri erano stati 22.930 con 148.945 tamponi). 853 i morti (ieri erano stati 630)....

Treviolo, il piccolo Matteo Ottaviani non ce l’ha fatta: si è spento a 9 anni

Il piccolo Mario Ottaviani di Treviolo purtroppo non ce l'ha fatta: si è spento a 9 anni dopo una lunga battaglia contro il cancro La...

Caos Natale. Il governo rilancia: si a spostamenti tra comuni diversi per andare da parenti, ma…

Caos per quanto riguarda gli spostamenti durante le feste natalizie. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, frena sull'ipotesi di libero movimento: «Solo se tutte...

Stai connesso

281FansLike

Ultimi articoli

Leggi anche:  Coronavirus in Italia: Nelle ultime 24h quasi 900 morti. Situazione fuori controllo

Coronavirus in Italia: Nelle ultime 24h quasi 900 morti. Situazione fuori controllo

Coronavirus in Italia, il bollettino di martedì 24 novembre del Ministero della Salute.  I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Italia sono 23.232 con 188.659 tamponi (ieri erano stati 22.930 con 148.945 tamponi). 853 i morti (ieri erano stati 630)....

Treviolo, il piccolo Matteo Ottaviani non ce l’ha fatta: si è spento a 9 anni

Il piccolo Mario Ottaviani di Treviolo purtroppo non ce l'ha fatta: si è spento a 9 anni dopo una lunga battaglia contro il cancro La...

Caos Natale. Il governo rilancia: si a spostamenti tra comuni diversi per andare da parenti, ma…

Caos per quanto riguarda gli spostamenti durante le feste natalizie. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, frena sull'ipotesi di libero movimento: «Solo se tutte...

Segno fortunato di MERCOLEDI 25 Novembre (consiglio del giorno e numeri fortunati )

Siamo alla consueta rubrica per leggere il segno fortunato di MERCOLEDI 25 Novembre. Scopriamo quale segno verrà baciato dalla fortuna nella giornata di MERCOLEDI...

Classifica dei segni per mercoledì 25 novembre 2020: i Gemelli devono sperimentare, Ariete ha sbalzi di umore

Ecco l’oroscopo di mercoledì 25 novembre 2020 e la classifica dei segni zodiacali. La prima metà della settimana è passata in un soffio ed eccoci già...
Hey! Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime notizie?