domenica, Aprile 11, 2021

Ultimo tentativo prima di lockdown nazionale. Conte: Il Natale non sarà all’insegna di cenoni, abbracci e tombolate

La chiusura differenziata a livello regionale, stabilita in tre fasce di colore, sta scatenando moltissime critiche e soprattutto polemiche da parte dei governatori delle varie regioni

In un momento cruciale per l’Italia, con il virus che sta minacciando il sistema sanitario oltre che quello economico, l’unità politica e del Paese tutto invocata anche da Mattarella stenta a farsi strada.

Il presidente del Consiglio, in una intervista al Corriere della Sera, ha però avvertito: questo è davvero l’ultimo tentativo di evitare il lockdown nazionale.



Conte avverte: senza queste misure sarà lockdown nazionale

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni
SCOPRI IL PREZZO

Dividere il territorio in 3 zone di rischio è un’ancora di salvezza per evitare il lockdown generalizzato che tutti vogliono scongiurare, cittadini e categorie economiche e produttive.

Non si tratta di spaccare l’Italia e cancellare l’unità. Piuttosto, secondo le parole di Conte: “ Unità significa solidarietà , non omogeneità. Non sono giornate felici per le aree rosse…. Non facciamo tutto questo a cuor leggero. Solo così possiamo contrastare il Covid e vincere questa battaglia. Speriamo il più presto possibile”.

Il malumore dei governatori soprattutto di Calabria, Piemonte, Lombardia, Sicilia sta scuotendo ulteriormente un Paese già afflitto dalla crisi coronavirus. Ma il presidente del Consiglio sulla decisione presa è stato chiaro:

“Nessuno ha mai messo in discussione, prima di adesso, questo meccanismo e rifiutarlo significa portare il Paese a sbattere contro un nuovo lockdown generalizzato. I cittadini della Lombardia, del Piemonte, della Valle d’Aosta, della Calabria, non ne trarrebbero nessun beneficio. Senza contare l’ingiustizia di imporre lo stesso regime di misure che stiamo applicando alle Regioni rosse anche a cittadini che vivono in territori in condizioni meno critiche”

Situazione critica: evitare il peggio

Il virus sta correndo come un treno, non si nasconde su questa verità Conte. Per questo, la situazione dipinta è apparsa critica ma ancora sotto controllo, anche grazie alle misure adottate.

L’allerta deve rimanere molto alta. Anche per questo motivo Conte ha evitate che ci fossero Regioni con il colore verde: tutte devono imporre misure restrittive. Altrimenti, “difficilmente potremo trasportare i malati da una regione all’altra se la curva continuerà a salire in modo esponenziale”.

CONTINUA A LEGGERE A PAGINA 2:

Articoli correlati

Stai connesso

1,974FansLike

Ultimi articoli